“San Giorgio di Nogaro tra i primi Comuni in Italia ad avviare una fase partecipativa completa per la stesura del nuovo Regolamento Edilizio comunale”

Come avevo già anticipato abbiamo sperimentato per la prima volta una fase partecipativa completa al fine di redigere il nuovo Regolamento Edilizio comunale il quale nascerà con un approccio totalmente innovativo e con il coinvolgimento non solo dei tecnici comunali, ma anche della cittadinanza; a tal fine in questi mesi sono stati distribuiti sul territorio comunale 2000 questionari elaborati ad hoc appunto per stimolare i cittadini a chiedere o proporre soluzioni. In parallelo sono stati costituiti tavoli tematici ai quali sono stati invitati oltre 100 soggetti tra tecnici e professionisti locali, imprese, ditte ed agenzie immobiliari operanti in zona affinché il nuovo Regolamento Edilizio rappresenti gli interessi di tutta la comunità. Questa fase partecipativa è stata accompagnata da quasi 3 mesi di specifico  front desk / Sportello Informativo, corredata da tre conferenze tematiche portando a San Giorgio di Nogaro tecnici di livello nazionale ed internazionale e docenti universitari che hanno illustrato gli aspetti tecnici e le potenzialità di questo strumento urbanistico.

A conclusione di questa prima fase è stato redatto il Diario della partecipazione,  il quale documenta il processo partecipativo che è stato sviluppato, all’interno del Comune di San Giorgio, per coinvolgere la popolazione e raccogliere proposte, dati ed informazioni necessarie per l’elaborazione del capitolo sulla sostenibilità all’interno del nuovo regolamento edilizio comunale.

Il regolamento edilizio, pur essendo un documento tecnico, può trarre grande vantaggio da un confronto allargato con la popolazione, i tecnici ed i portatori di interesse. La fase di partecipazione ha visto la raccolta preliminare di proposte sul tema della sostenibilità inerenti il regolamento tramite appositi incontri, tavoli tematici e questionari.  Sono state raccolte quindi in modo preciso,  tutte le informazioni, i dati e le considerazioni emerse, all’interno dei capitoli dedicati alle diverse azioni attuate. In questo modo, il tecnico o il pubblico amministratore potrà usare questo documento per avere uno spaccato, un’istantanea fedele sullo stato dell’arte e sul percepito rispetto al tema e trarne spunto per le proprie attività.

Un grande esempio quindi di vera partecipazione e collaborazione tra l’Amministrazione pubblica e i cittadini, esempio da estendere anche in altri ambiti della gestione della cosa pubblica.

Pubblico qui di seguito alcune slide significative che cercano di riassumere questi densi mesi di lavoro:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...