Archivio per la categoria ‘Sviluppo ed Innovazione’

Sono entusiasta e quasi senza parole.

L’email ricevuta ieri sera dalla redazione di REPORT Rai Tre (interessata ad approfondire il progetto di rilievo termografico del territorio urbanizzato di San Giorgio) è stata una sorpresa incredibile.

È la conferma che il nostro progetto di rilevazione delle dispersioni termiche è uscito dai confini regionali.

Ho parlato spesso di coraggio negli ultimi giorni: il coraggio di scegliere, il coraggio di mettersi in gioco e di rischiare il tutto per tutto per il bene della nostra comunità, per il bene di San Giorgio. Solo il coraggio, le idee e le innovazioni a 360 gradi possono portare al salto di qualità tanto atteso.

Usciamo dall’ordinario per andare nello straordinario.

L’interesse di REPORT da ancora più genuinità al tutto: ultimi pionieri del servizio pubblico di una volta, quello sano, non drogato da politica, dai mass media e dai soldi.

Portiamo San Giorgio oltre il futuro, tutti assieme!

Siamo il primo Comune in Regione nonché l’unico tra i piccoli comuni in Italia ad effettuare una ricognizione termografica delle superfici orizzontali sulla quasi totalità degli immobili urbani ricadenti sul suolo comunale. Questa operazione ci permetterà di arricchire ulteriormente il PAES (Piano di Azione di Energia Sostenibile) – ora come ora in fase di verifica a Bruxelles – creando uno degli elaborati più avanzati redatti in Unione Europea. Semplificando, abbiamo “fotografato” l’effettiva dispersione termica delle coperture degli immobili fornendo così un ulteriore strumento di analisi da mettere a disposizione di cittadini ed imprese che vogliono investire nell’ambito dell’efficientamento energetico. Ma non è finita, si è intervenuto anche con una ricognizione in 3D sugli edifici di proprietà comunale più energivori, andando così a dare completezza alle singole schede tecniche di tali fabbricati con l’opportunità di calibrare con più precisione in futuro – facendo riferimento alle effettive dispersioni termiche – gli interventi di efficientamento energetico.

Possiamo davvero essere molto soddisfatti, questo ulteriore innovativo tassello rafforza ancor di più le fondamenta necessarie per la costruzione di un vero futuro sostenibile per San Giorgio di Nogaro e per i suoi abitanti.

Ricognizione effettuata da U.S.T. Italia

Annunci

Care lettrici, cari lettori,

rivivendo in questi mesi con voi il viaggio che il nostro Comune ha percorso dal 2013 ad oggi nel campo dell’Urbanistica, dell’Innovazione e dell’Energia, ho avuto modo di confrontarmi ancora una volta con numerosi cittadini. Un’ulteriore esperienza incredibile che ha rafforzato ed accresciuto la mia passione nel continuare ad impegnarmi per San Giorgio di Nogaro.

In queste settimane stiamo distribuendo un flyer cartaceo specifico che riassume le azioni fatte in questi 5 anni il quale sta avendo un ottimo successo.

Ho fatto questo post per tutti coloro che non lo riceveranno a casa ma che hanno dimestichezza con internet riepilogando qui di seguito i contenuti del flyer cartaceo suddivisi per ogni argomento:

Clicca sull’immagine!

Clicca sull’immagine!

Clicca sull’immagine!

Per chi vuole approfondire ancora più nel dettaglio le varie tematiche ecco la seguente pagina :

Clicca sull'immagine!

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Care lettrici, cari lettori,

il nostro viaggio di questi ultimi 4 anni e mezzo prosegue con le ultime tappe, quelle legate all’innovazione, al digitale, allo sviluppo.

Innovazione” significa anche apertura, condivisione, ricerca di nuovi progetti partecipativi. Significa ascolto, trasparenza. Significa essere a disposizione dei cittadini costantemente. Significa mettersi in gioco.

In 5 anni abbiamo fatto passi da gigante nel campo dell’innovazione e nelle nuove tecnologie. Abbiamo portato San Giorgio nel futuro.

Da un importante riammodernamento tecnologico delle infrastrutture comunali all’attesissima banda ultralarga già attiva in molte zone di San Giorgio di Nogaro. Nel 2013 eravamo tutti con l’Adsl: comune, cittadini e aziende.

Infrastrutture, piattaforme web, servizi veloci e gratuiti. Progetti e realizzazioni che hanno creato e creeranno opportunità impensabili fino a pochi anni fa in favore di cittadini e imprese.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ascolto, partecipazione, attività, opere. Abbiamo investito nel futuro di San Giorgio. I risultati tangibili e misurabili iniziano a vedersi ecco alcuni esempi di buona amministrazione grazie agli investimenti nell’innovazione.

Il futuro? Eccolo:

Per approfondire ed entrare più nel dettaglio

delle cose fatte nel campo dell’INNOVAZIONE in questi 4 anni e mezzo cliccate qui sotto per visualizzare e leggere comodamente un chiaro

riassunto infografico:

Clicca qui sopra!

Save

Save

Save

Save

A San Giorgio di Nogaro è arrivata la  banda ultralarga e saranno disponibili servizi innovativi a cittadini e imprese con velocità di connessione fino a 200 Megabit al secondo.
Famiglie e imprese di San Giorgio di Nogaro potranno usufruire di connessioni con velocità fino a 200 Megabit al secondo, che miglioreranno nettamente l’esperienza della navigazione in rete da casa o dall’azienda, abilitando nuovi servizi.
Entriamo quindi concretamente nel futuro con questi nuovi servizi tecnologici, che tanto erano attesi dai cittadini e dalle imprese di San Giorgio di Nogaro. Dopo la connessione alla banda larga pubblica degli edifici comunali strategici, la conseguente attivazione del servizio internet gratuito comunale tramite WiFi a copertura della quasi totalità del centro storico, quest’anno riusciremo a portare la banda ultralarga fissa e mobile nelle case e nelle aziende dei sangiorgini. Un risultato storico che corona 4 anni di intenso lavoro – nel campo dell’innovazione – da parte dell’Amministrazione comunale sia in termini di investimenti infrastrutturali sia in termini di sensibilizzazione e formazione nel campo delle tecnologie digitali e delle ICT (Information and Communication Technologies).

Il termine “Smart City” per San Giorgio di Nogaro non è più un’utopia, ma una vera e propria realtà”

Save

Ma non ci siamo fermati qui. Grazie alla preziosa collaborazione di Alex Targato abbiamo creato ed ideato una specifica pagina con il fine di informare i cittadini sulla nuova tecnologia FTTC (Fiber-To-The-Cabinet) in costruzione a San Giorgio di Nogaro mediante specifici post-social che fungano da punto di riferimento per la conoscenza dello stato dei lavori in corso.

Seguiteci in diretta su Facebook cercando @digitalsangiorgio oppure cliccando comodamente sul seguente link: 

Digital San Giorgio di Nogaro

20264935_256948724802371_418349147764629882_n

Inoltre è stata predisposta la mappa tecnologica interattiva di San Giorgio di Nogaro con la posizione delle varie infrastrutture presenti.
Sarà quindi possibile interagire con le specifiche icone per avere maggiori dettagli ed informazioni.

Schermata del 2017-07-29 14:53:54

Clicca QUI per accedere alla mappa interattiva

La mappa interattiva è aggiornata ogni lunedì del mese.

Per eventuali richieste di informazioni più specifiche scrivete una email a fibraotticasangiorgio@gmail.com

Non solo nuovi servizi per i cittadini, ma informazione costante, possibilità di interagire, chiedere e di informarsi. Un principio base della buona amministrazione di un territorio.

 

Save

Save

Save

Save

Save

Posso annunciarvi che – per San Giorgio di Nogaro – il 2017 sarà l’anno della connettività internet ultra veloce.

A San Giorgio di Nogaro arriva la  banda ultralarga grazie alla realizzazione di una la rete in fibra ottica di TIM.  Saranno disponibili servizi innovativi a cittadini e imprese con velocità di connessione fino a 100 Megabit al secondo.

Grazie all’accordo siglato tra TIM e Amministrazione comunale, si prevede di raggiungere la quasi totalità della popolazione, grazie alla posa di 15 chilometri di cavi in fibra ottica che collegheranno 15 armadi stradali e copriranno 3.500 unità immobiliari.
Per la posa dei cavi verranno utilizzate le infrastrutture esistenti sia di proprietà di TIM sia pubbliche, in accordo con l’Amministrazione, come ad esempio quella per la pubblica illuminazione . In caso di scavi, saranno utilizzate tecniche e strumentazioni innovative a basso impatto ambientale che minimizzano i tempi di intervento, l’area occupata dal cantiere, l’effrazione del suolo, il materiale asportato, il deterioramento della pavimentazione e, conseguentemente, i ripristini stradali.
Famiglie e imprese di San Giorgio di Nogaro potranno usufruire di connessioni con velocità fino a 100 Megabit al secondo, che miglioreranno nettamente l’esperienza della navigazione in rete da casa o dall’azienda, abilitando nuovi servizi.
Con la fibra sarà possibile accedere a contenuti anche in HD, giocare on line in modalità multiplayer in alta qualità e contemporaneamente fruire di contenuti multimediali su smartphone, tablet e smart TV.
Le imprese invece potranno accedere a soluzioni professionali evolute sfruttandone al meglio le potenzialità, dalla telepresenza alla videosorveglianza. Un passaggio importante che apre nuove possibilità per i settori sia pubblici che privati in tematiche come la sicurezza, il monitoraggio del territorio o l’info mobilità. Tutte nuove possibilità per un territorio comunale smart e 3.0.

Entriamo quindi concretamente nel futuro con questi nuovi servizi tecnologici, che tanto erano attesi dai cittadini e dalle imprese di San Giorgio di Nogaro. Dopo la connessione alla banda larga pubblica degli edifici comunali strategici, la conseguente attivazione del servizio internet gratuito comunale tramite WiFi a copertura della quasi totalità del centro storico, quest’anno riusciremo a portare la banda ultralarga fissa e mobile nelle case e nelle aziende dei sangiorgini.

Un risultato storico che corona 4 anni di intenso lavoro – nel campo dell’innovazione – da parte dell’Amministrazione comunale sia in termini di investimenti infrastrutturali sia in termini di sensibilizzazione e formazione nel campo delle tecnologie digitali e delle ICT (Information and Communication Technologies).

Il termine “Smart City” per San Giorgio di Nogaro non è più un’utopia, ma una vera e propria realtà”

APPROVATA LA VARIANTE N.44 AL PIANO REGOLATORE COMUNALE

COSA CAMBIA, COSA MIGLIORA ZONA PER ZONA IN MANIERA CHIARA, SEMPLICE ED INTUITIVA.

La politica ha anche questo compito: raccontare quello che viene fatto in maniera comprensibile per tutti. A tal fine ritengo utile tentare questo percorso cercando di raccontarvi   la variante n.44 al piano regolatore in modo chiaro, semplice ed intuitivo.

Dopo avere ampiamente parlato della ripianificazione delle aree poste alla foce del Corno e delle nuove zone “A0” del centro storico e di Chiarisacco, ci dedicheremo alla parte più green, più sostenibile della variante.

L’ambiente sia nell’aspetto naturale, sia nell’aspetto assunto attraverso le successive trasformazioni storiche, è di interesse pubblico.

Qualsiasi progetto di strumento urbanistico e qualsiasi intervento comportante trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio deve adeguarsi a questo principio.

Prima di entrare negli aspetti di dettaglio vi rubo qualche minuto per darvi degli elementi di carattere generale sullo stato del territorio di San Giorgio di Nogaro dopo le due Varianti 43 e 44 al piano regolatore sviluppate in questi ultimi 4 anni. Per capire meglio vediamo San Giorgio dall’alto evidenziando in varie tonalità di verde le aree non urbanizzate:

Un po’ sorpresi vero? Non è proprio così scontato vedere che, nella nostra antropizzata ed urbanizzata cittadina, così tanto “suolo” è destinato ad aree agricole, boschive, prative, naturali  e fluviali. Contrasta sicuramente – in positivo – con la vocazione storica di San Giorgio, ossia quella di “cittadina industriale” attraversata, o meglio “tagliata” orizzontalmente dalla SR14 e dalla tratta ferroviaria VE-TS, e verticalmente dalla SP80 e dal raccordo ferroviario che va a sud verso il porto commerciale e la zona industriale Aussa-Corno. Una croce infrastrutturale significativa sotto vari punti di vista, in soli 26 km quadrati di territorio comunale.

Qui di seguito, per maggior chiarezza, i numeri in percentuale dell’incidenza delle varie “macrozone” sui 26 km quadrati di San Giorgio di Nogaro:

  1. circa il 57% è destinato ad aree “green” (agricoltura, boschi, prati, parchi, giardini,fiumi);
  2. circa il 28% è destinato a zona industriale e artigianale;
  3. circa il 9% è destinato ad aree residenziali;
  4. circa il 2% è destinato ad aree per nautiche da diporto;
  5. solo lo 0,30% per le aree commerciali
  6. il restante 3% sono viabilità, interscambi, edifici ed aree pubbliche, vita associativa, sanità, istruzione, ecc.

Dati davvero interessanti, dati fondamentali per continuare a correggere e migliorare gli strumenti urbanistici pianificatori. Il fascino dell’urbanistica è anche quello di levarsi metaforicamente in volo e fotografare dall’alto un’area vasta cogliendo tutte le sue complessità.

Peraltro questa dovrebbe essere un’azione basilare che ogni politico e amministratore dovrebbe sforzarsi di fare al fine di pensare, progettare ed attuare politiche a 360° utili e concrete in sinergia con l’intero territorio comunale.

Fatte queste debite premesse vediamo ora come abbiamo operato per riuscire a centrare l’obiettivo di rispettare il principio del “lasciare un posto migliore di come l’abbiamo trovato”. Non possiamo tuttavia fermarci qui, poiché le zone ambientalmente “critiche” sul nostro territorio purtroppo non mancano.

Cosa cambierà ora? Quali i miglioramenti?

(altro…)