Archivio per la categoria ‘Regione FVG’

Ottime notizie per il territorio di San Giorgio di Nogaro relativamente la prevenzione e sicurezza idrogeologica.

La Regione FVG per tramite del Consorzio di Bonifica Pianura Friulana ha infatti allocato circa 900.000 euro (vecchi fondi ministeriali del 2011 rimasti bloccati) necessari alla progettazione esecutiva e realizzazione dei lavori di sistemazione delle arginature sul fiume Corno tra il centro sportivo Canoa San Giorgio e la banchina Margreth Porto Nogaro. Inoltre, con la finanziaria 2018 di recente approvazione, la Regione ha stanziato (sempre al Consorzio di bonifica) ulteriori 250.000 euro occorrenti alla realizzazione del primo stralcio d’intervento necessario al completamento dei lavori di sistemazione idraulica del canale Fiumicello prospiciente via Pralungo.

Non siamo mai rimasti a guardare.

Se vi ricordate abbiamo promosso ed effettuato il 16 marzo 2017  un importante sopralluogo al fine di sensibilizzare gli Enti preposti (Regione e Consorzio di bonifica) sulle gravose problematiche di tipo idrogeologico che affliggono da parecchi anni alcune zone sensibili presenti nel nostro territorio.
Ribadisco che l’obiettivo e l’impegno da parte del Comune su queste tematiche delicate vuole essere concreto e pragmatico ossia concertare e pianificare con il Consorzio di Bonifica Pianura Friulana e la Regione FVG la finanziabilità e la realizzabilità delle opere idrauliche necessarie, valutando quelle più urgenti e prioritarie, quindi affinando nel prossimo immediato periodo un possibile cronoprogramma annuale degli interventi.

Gli appelli dunque non sono rimasti inascoltati, anzi, in soli 9 mesi siamo riusciti ad ottenere importanti risorse economiche dopo anni di richieste rimaste inascoltate.

Un ringraziamento per la sensibilità e attenzione è doveroso farlo in primis all’Assessore regionale Sara Vito ed al servizio tutela geologico-idrico-ambientale e servizio difesa del suolo. Questo importante risultato non si sarebbe tuttavia ottenuto senza la fondamentale e preziosa collaborazione in questi mesi con il DG del Consorzio di Bonifica Pianura Friulana, ing. Massimo Canali e il suo staff.

In merito l’ing. Canali aggiunge inoltre “È proprio con le risorse di tale assessorato regionale che, per tramite di alcune economie derivanti da finanziamento con fondi 2016 (già erogato al Consorzio di bonifica), verranno completati anche alcuni interventi per la rimozione di alberature riversate su corsi d’acqua del capoluogo conseguenti il fortunale dell’agosto del 2017, in sinergia con il servizio difesa del suolo della regione e la protezione civile comunale”.

Tornando al fiume Corno, la sistemazione idraulica da effettuarsi sul fiume Corno avrà anche una valenza storica, infatti tali lavori interesseranno le parti maggiormente depresse dell’argine Est e soprattutto l’argine Ovest del Corno i quali verranno anche in parte rettificati permettendo così al centro canoa e canottaggio di poter predisporre (non prima però del 2019) un campo di regata regolamentare ed organizzare di conseguenza eventi ufficiali a livello continentale e mondiale.

Finalmente  a 50 anni dalla sua fondazione, la Canoa San Giorgio potrà continuare la sua crescita sportiva in un contesto dalle potenzialità internazionali incredibili. Infine, un altro elemento di grossa rilevanza, riguarda la messa in sicurezza e rifacimento in particolare delle sponde degradate perimetrali del centro sportivo, opere le quali verranno già inserite all’interno del progetto esecutivo complessivo, ma che tuttavia, per essere realizzate, dovranno trovare nei prossimi anni un ulteriore canale finanziario regionale o nazionale.

Annunci

Dopo un intenso periodo dedicato agli importanti “bilanci e resoconti 2013 – 2017”, andiamo a vedere cosa accadrà di concreto in questi ultimi mesi di amministrazione (ad aprile/maggio sono previste le elezioni comunali)  relativamente alle POLITICHE ENERGETICHE .

Il “Patto dei Sindaci” e il “PAES” sono progetti importanti che pianificano il futuro ma pure il presente. Abbiamo impostato e avviato una precisa politica energetica ed ambientale con un obiettivo primario: aumentare la vivibilità e la virtuosità di San Giorgio di Nogaro. Dovere della pubblica amministrazione è dare l’esempio passando dallo studio alla pianificazione ed infine ai fatti. Dobbiamo trasformare la sensibilità ambientale in azioni vere che migliorano la vivibilità e l’ambiente di un territorio ed allo stesso tempo ottimizzano la gestione della finanza pubblica.

Dalle parole ai fatti dunque.

L’Ufficio Tecnico comunale ha già avviato le procedure di gara necessarie ed in parte ha già assegnato gli appalti a ditte specializzate relativamente a quattro importanti opere di efficientamento energetico sugli edifici comunali. Eccole:

  1. Presso l’edificio “Liberty” di Villa Dora verrà installato un innovativo impianto fotovoltaico da 7,8 Kwp integrato con “storage” (ossia batteria di accumulo) da 7,3 Kwh. Tale tecnologia permetterà sia di alimentare gli impianti con energia elettrica “pulita” durante il giorno, sia – e questo è l’aspetto più innovativo – di accumulare l’energia prodotta in eccesso durante le ore di luce in speciali batterie al litio; tale energia potrà essere pertanto rilasciata ed utilizzata nelle ore serali e notturne a costo 0. ll “Liberty” diventerà quasi un edificio a “impatto 0” poiché il suo sistema impiantistico è alimentato esclusivamente da energia elettrica e non da fonti fossili.
  2. Presso l’ala nord del Municipio verrà effettuato un relamping completo dell’illuminazione interna al piano terra ed al primo piano (ufficio tecnico – ufficio finanziario). Saranno dunque sostituite le vetuste ed energivore lampade al neon con nuove lampade a tecnologia LED. Minori consumi energetici accompagneranno una migliore diffusione luminosa.
  3. Presso la Biblioteca di “Villa Dora” verranno sostituite tutte le lampade esterne segnapasso poste sul marciapiede perimetrale, attualmente ad incandescenza e quindi ad elevato consumo energetico, con nuovi faretti a tecnologia LED. Un edificio prestigioso come Villa Dora merita questo investimento il quale riduce i costi energetici ma allo stesso tempo migliora di molto l’impatto visivo nelle ore notturne esaltando le forme architettoniche della villa storica.
  4. Infine, presso la palestra delle Scuole medie inferiori verranno effettuati lavori di manutenzione straordinaria all’interno dei quali è prevista la sostituzione dei 4 aerotermi  a soffitto esistenti (oramai vetusti) con altri di nuova generazione più efficienti ed a basso consumo energetico.

L’importo complessivo di tali opere ammonta a circa 60.000 euro.

Dal 2013 ad oggi sono quasi 800.000 euro le risorse investite in opere di efficientamento energetico sugli edifici comunali, scolastici e sull’illuminazione pubblica. Tali azioni hanno avviato una palpabile riduzione dei costi energetici comunali (ossia risparmi in bolletta) stimati ed in parte verificati pari circa 55.000 euro; nel 2017/2018 si stimano circa 22-25.000 euro all’anno di costi energetici in meno rispetto all’anno di partenza 2013.

In parallelo si è anche avviata una importante riduzione di emissioni di CO2 (anidride carbonica) in atmosfera pari a circa 102.000 Kg; nel 2017/2018 si stimano circa 40.000 Kg di C02 all’anno in meno rispetto all’anno di partenza 2013.
Ritengo infine prioritario e necessario proseguire anche in futuro sui binari di questa nuova stagione di “esecutività” radicata sull’innovazione, sulla sostenibilità, sulla valorizzazione, recupero ed efficientamento dell’esistente, sul miglioramento dell’ambiente e di conseguenza della qualità della vita a San Giorgio di Nogaro.

Il futuro? Eccolo:

 

Per approfondire ed entrare più nel dettaglio

delle cose fatte nel campo dell’ENERGIA dal 2013 ad oggi cliccate qui sotto per visualizzare e leggere comodamente un chiaro

riassunto infografico:

Clicca qui sopra!

Save

Save

Save

Care lettrici, cari lettori,

il nostro viaggio di questi ultimi 4 anni e mezzo prosegue con le ultime tappe, quelle legate all’innovazione, al digitale, allo sviluppo.

Innovazione” significa anche apertura, condivisione, ricerca di nuovi progetti partecipativi. Significa ascolto, trasparenza. Significa essere a disposizione dei cittadini costantemente. Significa mettersi in gioco.

In 5 anni abbiamo fatto passi da gigante nel campo dell’innovazione e nelle nuove tecnologie. Abbiamo portato San Giorgio nel futuro.

Da un importante riammodernamento tecnologico delle infrastrutture comunali all’attesissima banda ultralarga già attiva in molte zone di San Giorgio di Nogaro. Nel 2013 eravamo tutti con l’Adsl: comune, cittadini e aziende.

Infrastrutture, piattaforme web, servizi veloci e gratuiti. Progetti e realizzazioni che hanno creato e creeranno opportunità impensabili fino a pochi anni fa in favore di cittadini e imprese.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ascolto, partecipazione, attività, opere. Abbiamo investito nel futuro di San Giorgio. I risultati tangibili e misurabili iniziano a vedersi ecco alcuni esempi di buona amministrazione grazie agli investimenti nell’innovazione.

Il futuro? Eccolo:

Per approfondire ed entrare più nel dettaglio

delle cose fatte nel campo dell’INNOVAZIONE in questi 4 anni e mezzo cliccate qui sotto per visualizzare e leggere comodamente un chiaro

riassunto infografico:

Clicca qui sopra!

Save

Save

Save

Save

Care lettrici, cari lettori,

il nostro viaggio di questi ultimi 4 anni e mezzo  prosegue con nuove e affascinanti tappe, quelle legate all’energia, all’ambiente, al clima.

Energia, ambiente, cambiamenti climatici, inquinamento sono tematiche delicate che riguardano anche il nostro territorio. Per affrontarle al meglio sono stati prima di tutto informati e formati i cittadini attraverso alcuni incontri pubblici molto partecipati. Per le questioni più tecniche invece ho potuto avere l’ottima collaborazione e confronto di professionisti ed aziende locali, enti ed organi regionali. Prioritaria e fondamentale è stata sicuramente l’adesione del Comune di San Giorgio di Nogaro all’iniziativa europea del “Patto dei Sindaci”.

Dallo studio alla pianificazione ai fatti. Trasformare la sensibilità ambientale in azioni vere che migliorano la vivibilità e l’ambiente di un territorio ed allo stesso tempo ottimizzano la gestione delle “casse pubbliche”. Riqualificazione energetica del patrimonio immobiliare ed impiantistico comunale significa minor inquinamento, minori costi, ma anche rispetto e dovere nei confronti dei cittadini. Il tutto al fine di trovare soluzioni sostenibili al fine di migliorare costantemente i servizi pubblici locali.

“Patto dei Sindaci” e PAES sono progetti importanti che pianificano il futuro ma pure il presente. Abbiamo impostato e avviato una precisa politica energetica ed ambientale con un obiettivo principale: aumentare la vivibilità di San Giorgio di Nogaro partendo dalla salvaguardia e miglioramento dell’ambiente, dell’aria, della terra, dell’acqua, del sistema di mobilità urbana. Dovere della pubblica amministrazione è dare l’esempio. Sono già ottimi i primi risultati di 4 anni di intenso lavoro nel campo dell’efficientamento energetico e delle fonti rinnovabili.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il futuro? Eccolo:

 

Per approfondire ed entrare più nel dettaglio

delle cose fatte nel campo dell’ENERGIA in questi 4 anni e mezzo cliccate qui sotto per visualizzare e leggere comodamente un chiaro

riassunto infografico:

Clicca qui sopra!

Save

Save

Save

A San Giorgio di Nogaro è arrivata la  banda ultralarga e saranno disponibili servizi innovativi a cittadini e imprese con velocità di connessione fino a 200 Megabit al secondo.
Famiglie e imprese di San Giorgio di Nogaro potranno usufruire di connessioni con velocità fino a 200 Megabit al secondo, che miglioreranno nettamente l’esperienza della navigazione in rete da casa o dall’azienda, abilitando nuovi servizi.
Entriamo quindi concretamente nel futuro con questi nuovi servizi tecnologici, che tanto erano attesi dai cittadini e dalle imprese di San Giorgio di Nogaro. Dopo la connessione alla banda larga pubblica degli edifici comunali strategici, la conseguente attivazione del servizio internet gratuito comunale tramite WiFi a copertura della quasi totalità del centro storico, quest’anno riusciremo a portare la banda ultralarga fissa e mobile nelle case e nelle aziende dei sangiorgini. Un risultato storico che corona 4 anni di intenso lavoro – nel campo dell’innovazione – da parte dell’Amministrazione comunale sia in termini di investimenti infrastrutturali sia in termini di sensibilizzazione e formazione nel campo delle tecnologie digitali e delle ICT (Information and Communication Technologies).

Il termine “Smart City” per San Giorgio di Nogaro non è più un’utopia, ma una vera e propria realtà”

Save

Ma non ci siamo fermati qui. Grazie alla preziosa collaborazione di Alex Targato abbiamo creato ed ideato una specifica pagina con il fine di informare i cittadini sulla nuova tecnologia FTTC (Fiber-To-The-Cabinet) in costruzione a San Giorgio di Nogaro mediante specifici post-social che fungano da punto di riferimento per la conoscenza dello stato dei lavori in corso.

Seguiteci in diretta su Facebook cercando @digitalsangiorgio oppure cliccando comodamente sul seguente link: 

Digital San Giorgio di Nogaro

20264935_256948724802371_418349147764629882_n

Inoltre è stata predisposta la mappa tecnologica interattiva di San Giorgio di Nogaro con la posizione delle varie infrastrutture presenti.
Sarà quindi possibile interagire con le specifiche icone per avere maggiori dettagli ed informazioni.

Schermata del 2017-07-29 14:53:54

Clicca QUI per accedere alla mappa interattiva

La mappa interattiva è aggiornata ogni lunedì del mese.

Per eventuali richieste di informazioni più specifiche scrivete una email a fibraotticasangiorgio@gmail.com

Non solo nuovi servizi per i cittadini, ma informazione costante, possibilità di interagire, chiedere e di informarsi. Un principio base della buona amministrazione di un territorio.

 

Save

Save

Save

Save

Save

 

 

 

Conclusa la prima fase 2017 degli “Energy days”. Quattro gli incontri aperti al pubblico dove, nei mesi di maggio e giugno, si è avviato un percorso di sensibilizzazione ed informazione per la popolazione relativamente al tema dell’energia da fonti rinnovabili ed agli effetti ed alle problematiche legate ai cambiamenti climatici. Il progetto partecipativo ha avuto l’obiettivo di condividere anche le possibili o già attivate azioni e soluzioni realizzabili per contrastare le emissioni di CO2 da fonti fossili e i conseguenti mutamenti climatici che provocano il lento ed inesorabile l’innalzamento del livello dei mari.

Il Patto dei Sindaci prevede soprattutto informazione e formazione al cittadino. Abbiamo messo sul tavolo di lavoro tematiche complesse ma al contempo fondamentali per il futuro dell’ecosistema terrestre calandole peraltro sul nostro territorio, terra di acque, di fiumi, di bonifiche, a pochi metri dalla laguna e dal mare. Centinaia di persone hanno partecipato con passione e curiosità agli eventi mentre chi non è potuto venire ha apprezzato e condiviso sui socialnetwork informazioni ed aggiornamenti. Ci tengo a sottolineare che gli Energy Days hanno avuto valenza internazionale in quanto eventi correlati ad EUSEW 2017 ossia il periodo europeo dedicato all’Energia Sostenibile, dove si discute sulle tematiche legate all’Efficienza Energetica e alle Energie Rinnovabili con l’obiettivo primario di diffondere le migliori pratiche e nuove idee per costruire partenariati e per contribuire a soddisfare gli obiettivi energetici e climatici dell’UE.

Il ciclo di eventi è partito da un quadro (purtroppo pesante) degli effetti e soprattutto delle cause sull’argomento dei cambiamenti climatici sia a livello globale sia a livello locale. Nel terzo e quarto incontro invece si è discusso su come possiamo cercare di bloccare il surriscaldamento del pianeta, partendo dalla pianificazione, passando per le azioni concrete (con nuove tecnologie impiantistiche nel campo dell’energia da fonti rinnovabili), fino a ragionare sul come e dove modificare i nostri stili di vita nel quotidiano.

Conclusa dunque la fase partecipativa attivata dal Comune per la redazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) che ha visto coinvolti, tra aprile e maggio, anche numerosi tecnici, professionisti ed aziende del territorio con due specifici tavoli tematici e specifici questionari di partecipazione online. Abbiamo raccolto importanti idee e proposte utili e necessarie a migliorare contenuti ed obiettivi del PAES che oramai è quasi completato.

Il confronto con il territorio e la sua gente è fondamentale, ma richiede fatica, studio, impegno, pazienza e capacità di ascolto e risposta ma soprattutto deve essere continuo e costante nel tempo. Posso dire quindi che, con un pizzico di orgoglio, questo innovativo strumento di pianificazione energetica ed ambientale è stato costruito assieme alla popolazione di San Giorgio.

A presto!

Davide

(altro…)