Archivio per la categoria ‘Ambiente’

Sono entusiasta e quasi senza parole.

L’email ricevuta ieri sera dalla redazione di REPORT Rai Tre (interessata ad approfondire il progetto di rilievo termografico del territorio urbanizzato di San Giorgio) è stata una sorpresa incredibile.

È la conferma che il nostro progetto di rilevazione delle dispersioni termiche è uscito dai confini regionali.

Ho parlato spesso di coraggio negli ultimi giorni: il coraggio di scegliere, il coraggio di mettersi in gioco e di rischiare il tutto per tutto per il bene della nostra comunità, per il bene di San Giorgio. Solo il coraggio, le idee e le innovazioni a 360 gradi possono portare al salto di qualità tanto atteso.

Usciamo dall’ordinario per andare nello straordinario.

L’interesse di REPORT da ancora più genuinità al tutto: ultimi pionieri del servizio pubblico di una volta, quello sano, non drogato da politica, dai mass media e dai soldi.

Portiamo San Giorgio oltre il futuro, tutti assieme!

Siamo il primo Comune in Regione nonché l’unico tra i piccoli comuni in Italia ad effettuare una ricognizione termografica delle superfici orizzontali sulla quasi totalità degli immobili urbani ricadenti sul suolo comunale. Questa operazione ci permetterà di arricchire ulteriormente il PAES (Piano di Azione di Energia Sostenibile) – ora come ora in fase di verifica a Bruxelles – creando uno degli elaborati più avanzati redatti in Unione Europea. Semplificando, abbiamo “fotografato” l’effettiva dispersione termica delle coperture degli immobili fornendo così un ulteriore strumento di analisi da mettere a disposizione di cittadini ed imprese che vogliono investire nell’ambito dell’efficientamento energetico. Ma non è finita, si è intervenuto anche con una ricognizione in 3D sugli edifici di proprietà comunale più energivori, andando così a dare completezza alle singole schede tecniche di tali fabbricati con l’opportunità di calibrare con più precisione in futuro – facendo riferimento alle effettive dispersioni termiche – gli interventi di efficientamento energetico.

Possiamo davvero essere molto soddisfatti, questo ulteriore innovativo tassello rafforza ancor di più le fondamenta necessarie per la costruzione di un vero futuro sostenibile per San Giorgio di Nogaro e per i suoi abitanti.

Ricognizione effettuata da U.S.T. Italia

Annunci

Care lettrici, cari lettori,

rivivendo in questi mesi con voi il viaggio che il nostro Comune ha percorso dal 2013 ad oggi nel campo dell’Urbanistica, dell’Innovazione e dell’Energia, ho avuto modo di confrontarmi ancora una volta con numerosi cittadini. Un’ulteriore esperienza incredibile che ha rafforzato ed accresciuto la mia passione nel continuare ad impegnarmi per San Giorgio di Nogaro.

In queste settimane stiamo distribuendo un flyer cartaceo specifico che riassume le azioni fatte in questi 5 anni il quale sta avendo un ottimo successo.

Ho fatto questo post per tutti coloro che non lo riceveranno a casa ma che hanno dimestichezza con internet riepilogando qui di seguito i contenuti del flyer cartaceo suddivisi per ogni argomento:

Clicca sull’immagine!

Clicca sull’immagine!

Clicca sull’immagine!

Per chi vuole approfondire ancora più nel dettaglio le varie tematiche ecco la seguente pagina :

Clicca sull'immagine!

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Settimana politicamente e tecnicamente intensa quella appena passata, ben riassunta negli articoli del Messaggero Veneto che riporto qui sopra. L’ambientalista Paolo De Toni – di fronte ad una platea di circa 150 persone – ha esplicitamente chiesto ai candidati sindaco al  Comune di San Giorgio di Nogaro le loro proposte, i loro impegni sul tema degli allacciamenti alle fognature e sui pozzi artesiani. Queste tematiche ambientali mi hanno sempre appassionato ed ho avuto modo di approfondirle e studiarle in questi ultimi anni, ma trovare soluzioni a queste problematiche che un singolo comune possa adottare è quanto mai difficile poichè tutto ciò che riguarda il sistema idrico e fognario è normato a livello statale e regionale e gestito da società “in house providing”. Tuttavia uno sforzo significativo per trovare soluzioni reali ed immediatamente applicabili utili ad alleviare situazioni stagnanti da 20 anni lo abbiamo fatto, queste le nostre proposte concrete:

  1. ALLACCIAMENTI FOGNATURE: inseriremo nel programma elettorale che sostiene la mia candidatura a Sindaco, la proposta di istituzione un bando comunale specifico (le verifiche giuridiche e finanziarie preliminari già state effettuate) mediante il quale il Comune contribuirà con fondi propri a sostegno di cittadini/utenti residenti a San Giorgio di Nogaro che hanno ricevuto l’obbligo di allacciamento alle pubbliche fognature. Verranno privilegiati i cittadini/utenti ricadenti nei ceti sociali più deboli economicamente che hanno costi di allacciamento non sostenibili dal loro reddito. Tale misura sarà integrativa rispetto al bando regionale in essere . Sarà dunque costituita una graduatoria aperta che permetterà una risoluzione più veloce dello storico problema degli allacciamenti fognari che riguardano, nel solo comune di San Giorgio, più di 400 utenze.
  2. POZZI ARTESIANI: inseriremo nel programma elettorale che sostiene la mia candidatura a Sindaco, un impegno allo stanziamento di risorse economiche per avviare, di concerto con Arpa, Cafc, Friulab, un piano di monitoraggio costante delle falde acquifere presenti all’interno del Comune di San Giorgio di Nogaro mediante l’installazione di minicentraline sui pozzi artesiani strategici. La salute dei cittadini deve essere la priorità per ogni politico e Amministratore locale.

 

(altro…)

Al via la ricognizione termografica di San Giorgio di Nogaro che durerà circa una settimana.

Nel corso del mese di gennaio, dal giorno 24/01/2018 al giorno 29/01/2018 (condizioni meteo permettendo), verranno condotte da parte dell’azienda UST Italia srls, per conto e su incarico dell’Amministrazione Comunale, delle attività di rilievo termico e fotogrammetrico con utilizzo di drone nel campo radiometrico dell’infrarosso termico.

UST Italia srls – start up innovativa ed operatore APR certificato ENAC secondo le più recenti normative vigenti – è una delle maggiori realtà imprenditoriali nazionali per la fornitura di servizi da drone, dotata di un network di piloti certificati ENAC, di sala operativa centralizzata, operante su scala nazionale ed internazionale.

Il rilievo termografico verrà eseguito su tutte le aree urbanizzate ricadenti all’interno dei confini del Comune di San Giorgio di Nogaro sulle quali insistono edifici di tipo residenziale, terziario e servizi. In questa fase è stata esclusa la vasta zona industriale Aussa-Corno.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Inoltre, relativamente agli immobili più energivori di proprietà comunale (Municipio, complesso Villa Dora, Scuole, Palazzetti dello Sport e della scherma) verranno eseguiti specifici rilievi termografici tridimensionali (3D) sull’intero edificio.

L’area nella quale avverranno le operazioni di rilievo ricade all’interno della FIR di Milano (zona Padova), all’interno della Zona 1 del CTR di Ronchi, al di sotto del CTR di Aviano. Per le limitazioni aeronautiche il limite dell’altezza è pari a 70 m e la distanza massima dal pilota è 200 m.

Le operazioni sono previste in ambito urbano (Scenario Critico Standard ENAC S03) e pertanto saranno autorizzate operazioni a mezzi dotati di appropriata certificazione ENAC S03 nonché il rispetto delle procedure di safety (sicurezza) e di contingency (contingenza) applicate a tale scenario. Tutte le attività sono state pianificate in coordinamento con il corpo di Polizia Locale.

Le attività di rilievo, per le caratteristiche intrinseche alla sensoristica installata a bordo dei mezzi APR utilizzati (sensori IR termico a media risoluzione), nonché delle modalità aeronautiche di rilievo,  NON DISPONGONO di caratteristiche tali da potersi considerare attività di RIPRESA FOTO/VIDEO che consentano l’identificazione di attività, persone e/o di mezzi di qualsivoglia tipologia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per eventuali informazioni e chiarimenti si prega di contattare il Comune di San Giorgio di Nogaro – Area Tecnica – Servizio Urbanistica Ambiente e Sicurezza tel 0431/623654 – 55.

Un commento è doveroso: devo ammettere che sono particolarmente entusiasta per questa iniziativa in quanto siamo il primo Comune in Regione se non addirittura il primo in Italia ad effettuare una ricognizione termografica delle superfici orizzontali sulla quasi totalità degli immobili urbani ricadenti sul suolo comunale. Questa operazione ci permetterà di arricchire ulteriormente il PAES (Piano di Azione di Energia Sostenibile) – ora come ora in fase di verifica a Bruxelles – creando uno degli elaborati più avanzati redatti in Unione Europea.  Semplificando, “fotograferemo” l’effettiva dispersione termica delle coperture degli immobili fornendo così un ulteriore strumento di analisi da mettere a disposizione di cittadini ed imprese che vogliono investire nell’ambito dell’efficientamento energetico. Ma non è finita, interverremo anche con una ricognizione in 3D sugli edifici di proprietà comunale più energivori, andando così a dare completezza alle singole schede tecniche di tali fabbricati con l’opportunità di calibrare con più precisione in futuro – facendo riferimento alle effettive dispersioni termiche – gli interventi di efficientamento energetico.

Come Amministrazione comunale possiamo davvero essere molto soddisfatti, questo ulteriore innovativo tassello rafforza ancor di più le fondamenta necessarie per la costruzione di un vero futuro sostenibile per San Giorgio di Nogaro e per i suoi abitanti.

 Per approfondire ed entrare più nel dettaglio

delle cose fatte nel campo dell’ENERGIA in questi ultimi anni cliccate qui sotto per visualizzare e leggere comodamente un chiaro

riassunto infografico:

Clicca qui sopra!

Save

Save

Save

Save

Ottime notizie per il territorio di San Giorgio di Nogaro relativamente la prevenzione e sicurezza idrogeologica.

La Regione FVG per tramite del Consorzio di Bonifica Pianura Friulana ha infatti allocato circa 900.000 euro (vecchi fondi ministeriali del 2011 rimasti bloccati) necessari alla progettazione esecutiva e realizzazione dei lavori di sistemazione delle arginature sul fiume Corno tra il centro sportivo Canoa San Giorgio e la banchina Margreth Porto Nogaro. Inoltre, con la finanziaria 2018 di recente approvazione, la Regione ha stanziato (sempre al Consorzio di bonifica) ulteriori 250.000 euro occorrenti alla realizzazione del primo stralcio d’intervento necessario al completamento dei lavori di sistemazione idraulica del canale Fiumicello prospiciente via Pralungo.

Non siamo mai rimasti a guardare.

Se vi ricordate abbiamo promosso ed effettuato il 16 marzo 2017  un importante sopralluogo al fine di sensibilizzare gli Enti preposti (Regione e Consorzio di bonifica) sulle gravose problematiche di tipo idrogeologico che affliggono da parecchi anni alcune zone sensibili presenti nel nostro territorio.
Ribadisco che l’obiettivo e l’impegno da parte del Comune su queste tematiche delicate vuole essere concreto e pragmatico ossia concertare e pianificare con il Consorzio di Bonifica Pianura Friulana e la Regione FVG la finanziabilità e la realizzabilità delle opere idrauliche necessarie, valutando quelle più urgenti e prioritarie, quindi affinando nel prossimo immediato periodo un possibile cronoprogramma annuale degli interventi.

Gli appelli dunque non sono rimasti inascoltati, anzi, in soli 9 mesi siamo riusciti ad ottenere importanti risorse economiche dopo anni di richieste rimaste inascoltate.

Un ringraziamento per la sensibilità e attenzione è doveroso farlo in primis all’Assessore regionale Sara Vito ed al servizio tutela geologico-idrico-ambientale e servizio difesa del suolo. Questo importante risultato non si sarebbe tuttavia ottenuto senza la fondamentale e preziosa collaborazione in questi mesi con il DG del Consorzio di Bonifica Pianura Friulana, ing. Massimo Canali e il suo staff.

In merito l’ing. Canali aggiunge inoltre “È proprio con le risorse di tale assessorato regionale che, per tramite di alcune economie derivanti da finanziamento con fondi 2016 (già erogato al Consorzio di bonifica), verranno completati anche alcuni interventi per la rimozione di alberature riversate su corsi d’acqua del capoluogo conseguenti il fortunale dell’agosto del 2017, in sinergia con il servizio difesa del suolo della regione e la protezione civile comunale”.

Tornando al fiume Corno, la sistemazione idraulica da effettuarsi sul fiume Corno avrà anche una valenza storica, infatti tali lavori interesseranno le parti maggiormente depresse dell’argine Est e soprattutto l’argine Ovest del Corno i quali verranno anche in parte rettificati permettendo così al centro canoa e canottaggio di poter predisporre (non prima però del 2019) un campo di regata regolamentare ed organizzare di conseguenza eventi ufficiali a livello continentale e mondiale.

Finalmente  a 50 anni dalla sua fondazione, la Canoa San Giorgio potrà continuare la sua crescita sportiva in un contesto dalle potenzialità internazionali incredibili. Infine, un altro elemento di grossa rilevanza, riguarda la messa in sicurezza e rifacimento in particolare delle sponde degradate perimetrali del centro sportivo, opere le quali verranno già inserite all’interno del progetto esecutivo complessivo, ma che tuttavia, per essere realizzate, dovranno trovare nei prossimi anni un ulteriore canale finanziario regionale o nazionale.

Dopo un intenso periodo dedicato agli importanti “bilanci e resoconti 2013 – 2017”, andiamo a vedere cosa accadrà di concreto in questi ultimi mesi di amministrazione (ad aprile/maggio sono previste le elezioni comunali)  relativamente alle POLITICHE ENERGETICHE .

Il “Patto dei Sindaci” e il “PAES” sono progetti importanti che pianificano il futuro ma pure il presente. Abbiamo impostato e avviato una precisa politica energetica ed ambientale con un obiettivo primario: aumentare la vivibilità e la virtuosità di San Giorgio di Nogaro. Dovere della pubblica amministrazione è dare l’esempio passando dallo studio alla pianificazione ed infine ai fatti. Dobbiamo trasformare la sensibilità ambientale in azioni vere che migliorano la vivibilità e l’ambiente di un territorio ed allo stesso tempo ottimizzano la gestione della finanza pubblica.

Dalle parole ai fatti dunque.

L’Ufficio Tecnico comunale ha già avviato le procedure di gara necessarie ed in parte ha già assegnato gli appalti a ditte specializzate relativamente a quattro importanti opere di efficientamento energetico sugli edifici comunali. Eccole:

  1. Presso l’edificio “Liberty” di Villa Dora verrà installato un innovativo impianto fotovoltaico da 7,8 Kwp integrato con “storage” (ossia batteria di accumulo) da 7,3 Kwh. Tale tecnologia permetterà sia di alimentare gli impianti con energia elettrica “pulita” durante il giorno, sia – e questo è l’aspetto più innovativo – di accumulare l’energia prodotta in eccesso durante le ore di luce in speciali batterie al litio; tale energia potrà essere pertanto rilasciata ed utilizzata nelle ore serali e notturne a costo 0. ll “Liberty” diventerà quasi un edificio a “impatto 0” poiché il suo sistema impiantistico è alimentato esclusivamente da energia elettrica e non da fonti fossili.
  2. Presso l’ala nord del Municipio verrà effettuato un relamping completo dell’illuminazione interna al piano terra ed al primo piano (ufficio tecnico – ufficio finanziario). Saranno dunque sostituite le vetuste ed energivore lampade al neon con nuove lampade a tecnologia LED. Minori consumi energetici accompagneranno una migliore diffusione luminosa.
  3. Presso la Biblioteca di “Villa Dora” verranno sostituite tutte le lampade esterne segnapasso poste sul marciapiede perimetrale, attualmente ad incandescenza e quindi ad elevato consumo energetico, con nuovi faretti a tecnologia LED. Un edificio prestigioso come Villa Dora merita questo investimento il quale riduce i costi energetici ma allo stesso tempo migliora di molto l’impatto visivo nelle ore notturne esaltando le forme architettoniche della villa storica.
  4. Infine, presso la palestra delle Scuole medie inferiori verranno effettuati lavori di manutenzione straordinaria all’interno dei quali è prevista la sostituzione dei 4 aerotermi  a soffitto esistenti (oramai vetusti) con altri di nuova generazione più efficienti ed a basso consumo energetico.

L’importo complessivo di tali opere ammonta a circa 60.000 euro.

Dal 2013 ad oggi sono quasi 800.000 euro le risorse investite in opere di efficientamento energetico sugli edifici comunali, scolastici e sull’illuminazione pubblica. Tali azioni hanno avviato una palpabile riduzione dei costi energetici comunali (ossia risparmi in bolletta) stimati ed in parte verificati pari circa 55.000 euro; nel 2017/2018 si stimano circa 22-25.000 euro all’anno di costi energetici in meno rispetto all’anno di partenza 2013.

In parallelo si è anche avviata una importante riduzione di emissioni di CO2 (anidride carbonica) in atmosfera pari a circa 102.000 Kg; nel 2017/2018 si stimano circa 40.000 Kg di C02 all’anno in meno rispetto all’anno di partenza 2013.
Ritengo infine prioritario e necessario proseguire anche in futuro sui binari di questa nuova stagione di “esecutività” radicata sull’innovazione, sulla sostenibilità, sulla valorizzazione, recupero ed efficientamento dell’esistente, sul miglioramento dell’ambiente e di conseguenza della qualità della vita a San Giorgio di Nogaro.

Il futuro? Eccolo:

 

Per approfondire ed entrare più nel dettaglio

delle cose fatte nel campo dell’ENERGIA dal 2013 ad oggi cliccate qui sotto per visualizzare e leggere comodamente un chiaro

riassunto infografico:

Clicca qui sopra!

Save

Save

Save