Posts contrassegnato dai tag ‘Comune di San Giorgio’

Care lettrici, cari lettori,

vorrei rivivere con voi il viaggio che il nostro Comune ha percorso dal 2013 ad oggi nel campo dell’Urbanistica, dell’Innovazione e dell’Energia, ossia i miei tre referati come Assessore.
Ho pensato di riepilogare le numerose tappe utilizzando un metodo nuovo, intuitivo e soprattutto comprensibile, così da poter essere fruito da tutti.
Iniziamo quindi dall’Urbanistica:

Dobbiamo sempre chiederci: “da dove si inizia per un buon governo di un territorio?” La risposta è ovviamente dall’ascolto e coinvolgimento nei vari processi amministrativi della sua popolazione, usando metodi e strumenti più trasparenti possibili.

infografica-urbanistica-2

La buona amministrazione di un territorio fonda le proprie radici sulla pianificazione, sulla concretezza, sulle azioni, sulle cose fatte insomma. Un metro importante anche per valutare il nostro operato. Abbiamo il dovere di ascoltare ed essere presenti, ma soprattutto dobbiamo poi mettere in campo azioni vere, reali e governarle al meglio collaborando con funzionari, tecnici e dipendenti comunali.

“Lasciare un posto migliore di come lo abbiamo trovato” è sempre stato il mio principio d’azione e dovrà sempre esserlo, soprattutto quando si amministra il bene pubblico. Le azioni politiche devono avere ricadute reali e positive sul territorio e sui cittadini: eccovi appunto alcuni risultati concreti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Per approfondire ed entrare più nel dettaglio

delle cose fatte nel campo dell’urbanistica in questi 4 anni e mezzo cliccate qui sotto per visualizzare e leggere comodamente un chiaro

riassunto infografico:

Clicca qui sopra!

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Annunci

A San Giorgio di Nogaro è arrivata la  banda ultralarga e saranno disponibili servizi innovativi a cittadini e imprese con velocità di connessione fino a 200 Megabit al secondo.
Famiglie e imprese di San Giorgio di Nogaro potranno usufruire di connessioni con velocità fino a 200 Megabit al secondo, che miglioreranno nettamente l’esperienza della navigazione in rete da casa o dall’azienda, abilitando nuovi servizi.
Entriamo quindi concretamente nel futuro con questi nuovi servizi tecnologici, che tanto erano attesi dai cittadini e dalle imprese di San Giorgio di Nogaro. Dopo la connessione alla banda larga pubblica degli edifici comunali strategici, la conseguente attivazione del servizio internet gratuito comunale tramite WiFi a copertura della quasi totalità del centro storico, quest’anno riusciremo a portare la banda ultralarga fissa e mobile nelle case e nelle aziende dei sangiorgini. Un risultato storico che corona 4 anni di intenso lavoro – nel campo dell’innovazione – da parte dell’Amministrazione comunale sia in termini di investimenti infrastrutturali sia in termini di sensibilizzazione e formazione nel campo delle tecnologie digitali e delle ICT (Information and Communication Technologies).

Il termine “Smart City” per San Giorgio di Nogaro non è più un’utopia, ma una vera e propria realtà”

Save

Ma non ci siamo fermati qui. Grazie alla preziosa collaborazione di Alex Targato abbiamo creato ed ideato una specifica pagina con il fine di informare i cittadini sulla nuova tecnologia FTTC (Fiber-To-The-Cabinet) in costruzione a San Giorgio di Nogaro mediante specifici post-social che fungano da punto di riferimento per la conoscenza dello stato dei lavori in corso.

Seguiteci in diretta su Facebook cercando @digitalsangiorgio oppure cliccando comodamente sul seguente link: 

Digital San Giorgio di Nogaro

20264935_256948724802371_418349147764629882_n

Inoltre è stata predisposta la mappa tecnologica interattiva di San Giorgio di Nogaro con la posizione delle varie infrastrutture presenti.
Sarà quindi possibile interagire con le specifiche icone per avere maggiori dettagli ed informazioni.

Schermata del 2017-07-29 14:53:54

Clicca QUI per accedere alla mappa interattiva

La mappa interattiva è aggiornata ogni lunedì del mese.

Per eventuali richieste di informazioni più specifiche scrivete una email a fibraotticasangiorgio@gmail.com

Non solo nuovi servizi per i cittadini, ma informazione costante, possibilità di interagire, chiedere e di informarsi. Un principio base della buona amministrazione di un territorio.

 

Save

Save

Save

Save

Save

Posso annunciarvi che – per San Giorgio di Nogaro – il 2017 sarà l’anno della connettività internet ultra veloce.

A San Giorgio di Nogaro arriva la  banda ultralarga grazie alla realizzazione di una la rete in fibra ottica di TIM.  Saranno disponibili servizi innovativi a cittadini e imprese con velocità di connessione fino a 100 Megabit al secondo.

Grazie all’accordo siglato tra TIM e Amministrazione comunale, si prevede di raggiungere la quasi totalità della popolazione, grazie alla posa di 15 chilometri di cavi in fibra ottica che collegheranno 15 armadi stradali e copriranno 3.500 unità immobiliari.
Per la posa dei cavi verranno utilizzate le infrastrutture esistenti sia di proprietà di TIM sia pubbliche, in accordo con l’Amministrazione, come ad esempio quella per la pubblica illuminazione . In caso di scavi, saranno utilizzate tecniche e strumentazioni innovative a basso impatto ambientale che minimizzano i tempi di intervento, l’area occupata dal cantiere, l’effrazione del suolo, il materiale asportato, il deterioramento della pavimentazione e, conseguentemente, i ripristini stradali.
Famiglie e imprese di San Giorgio di Nogaro potranno usufruire di connessioni con velocità fino a 100 Megabit al secondo, che miglioreranno nettamente l’esperienza della navigazione in rete da casa o dall’azienda, abilitando nuovi servizi.
Con la fibra sarà possibile accedere a contenuti anche in HD, giocare on line in modalità multiplayer in alta qualità e contemporaneamente fruire di contenuti multimediali su smartphone, tablet e smart TV.
Le imprese invece potranno accedere a soluzioni professionali evolute sfruttandone al meglio le potenzialità, dalla telepresenza alla videosorveglianza. Un passaggio importante che apre nuove possibilità per i settori sia pubblici che privati in tematiche come la sicurezza, il monitoraggio del territorio o l’info mobilità. Tutte nuove possibilità per un territorio comunale smart e 3.0.

Entriamo quindi concretamente nel futuro con questi nuovi servizi tecnologici, che tanto erano attesi dai cittadini e dalle imprese di San Giorgio di Nogaro. Dopo la connessione alla banda larga pubblica degli edifici comunali strategici, la conseguente attivazione del servizio internet gratuito comunale tramite WiFi a copertura della quasi totalità del centro storico, quest’anno riusciremo a portare la banda ultralarga fissa e mobile nelle case e nelle aziende dei sangiorgini.

Un risultato storico che corona 4 anni di intenso lavoro – nel campo dell’innovazione – da parte dell’Amministrazione comunale sia in termini di investimenti infrastrutturali sia in termini di sensibilizzazione e formazione nel campo delle tecnologie digitali e delle ICT (Information and Communication Technologies).

Il termine “Smart City” per San Giorgio di Nogaro non è più un’utopia, ma una vera e propria realtà”

sangiorgio

Variante al Piano Regolatore, PAES, Piano del verde, banda ultralarga ….

Il 2017 è iniziato da subito forte e con ritmi serrati. Qui di seguito ho ritenuto utile fare una carrellata delle novità, degli aggiornamenti, dei chiarimenti … insomma tutto ciò di cui abbiamo parlato nel primo mese dell’anno, gennaio.

Ovviamente per specifiche richieste di informazioni contattatemi pure dove preferite:
una semplice email su bonetto.davide@gmail.com oppure anche un semplice messaggio sui miei social (Facebook, Twitter ..)

Per ulteriori curiosità e approfondimenti visitate davidebonetto.com

Care, cari

durante i giorni scorsi avrete letto sulla stampa locale alcune domande e richieste di informazione sull’avanzamento dell’iter della Variante n.44 al Piano Regolatore Comunale.  Ieri sera in Consiglio comunale ho riscontrato a tali dubbi – purtroppo, visto l’argomento tecnico, in maniera molto complessa ed articolata –  illustrando esaustivamente la cronistoria dettagliata del complicato iter di questa variante durante tutto il 2016 e sottolineando gli avvenimenti che di fatto hanno rallentato le procedure burocratiche come ad esempio il ricevimento di alcuni pareri ambientali (da parte di vari enti pubblici interessati) con vari mesi di ritardo.
C’è stato in particolare un oggetto specifico, il quale ha richiesto tempi e modi “speciali”, frenando  di conseguenza l’iter dell’intera variante: mi riferisco alla “ripianificazione” delle aree poste alla foce del Fiume Corno (circa 5 ettari), attraverso la riclassificazione, mediante stralcio di porzione di territorio, da zona “D1”, per insediamenti industriali di interesse regionale (“Z.I.A.C.”), in zona “L2” per attrezzature portuali di interesse comunale.
Ritenendo sostanziale e fondamentale il punto sulla ripianificazione delle aree poste alla foce del Corno, come Amministrazione comunale ci siamo spesi con determinazione e responsabilità al fine di addivenire alla definitiva risoluzione di tale datata vicenda.
In merito, grazie alla proficua collaborazione dell’Amministrazione con il Consorzio per lo Sviluppo Industriale del Friuli Centrale (ZIU) (succeduto territorialmente al Consorzio Aussa Corno -in liquidazione – in termini di pianificazione urbanistica) verranno stipulate nelle prossime settimane le “intese” definitive tra i due enti mettendo la parola “fine” ad un tema rimasto aperto troppo tempo. Questo di fatto sbloccherà definitivamente la Variante n.44 al Piano che vedrà conseguentemente”la luce” entro febbraio.
La velocità di azione e la tempestività sono caratteristiche essenziali e necessarie in tutti i campi, è sacrosanto, vi sono ciò nonostante delle eccezioni che richiedono prudenza e pazienza, soprattutto in materia di pianificazione ed urbanistica. Nel nostro caso, ripeto, non potevamo permetterci di fallire uno solo degli impegni che ci  eravamo presi con i cittadini.
Avremo certamente accumulato qualche mese di ritardo, questo va detto, tuttavia al contempo abbiamo guadagnato certezze risolvendo definitivamente un problema bloccato da molti anni ridando di conseguenza futuro e prospettive alle tre nautiche da diporto insediate alla foce del Fiume Corno.
Credo si siano dimostrate quindi, in un contesto storico debole in termini di fiducia nella politica e nella pubblica amministrazione, credibilità e risolutezza.

A presto.
Un saluto
Davide

In merito all’ultimo articolo apparso sulla stampa locale intitolato Arrivano le nuove fogne Chiarisacco si ribella. I residenti della frazione di San Giorgio di Nogaro temono gravi disagi” ritengo doveroso chiarire una volta per tutte questa vicenda, peraltro sollevata settimane fa con un interrogazione in consiglio comunale dalla minoranza dove si paventavano ipotetici ed impattanti lavori fognari sulla SP80, nella frazione di Zuccola e da ultimo nella frazione di Chiarisacco.

Innanzitutto ribadiamo che, sentito il gestore del servizio idrico integrato Cafc spa, per quanto riguarda le acque reflue urbane provenienti da Porpetto è previsto e confermato che siano convogliate nel nodo idraulico di Chiarisacco (San Giorno di Nogaro), il quale è già predisposto e dimensionato per tale scopo. Nello specifico è già presente una stazione di pompaggio, realizzata a fine anni ’90,nella zona sottostante l’attuale rotonda posta sull’incrocio tra via Chiarisacco, via Foredana, via Filipputti e via della Fratta (via che collega San Giorgio a Porpetto). Sarà quest’ultima via, ad essere prevalentemente interessata dai lavori che permetteranno, una volta realizzati, di collegare il nuovo sistema fognario di Porpetto (ad oggi privo di connessioni a depuratori) al depuratore Cafc (il cosiddetto, “Tubone”) presente in zona industriale.
Le tempistiche di tali lavori non sono purtroppo ad oggi disponibili in quanto deve ancora terminare la revisione progettuale da parte di Cafc.
Pertanto, si vuole per quanto possibile rassicurare e tranquillizzare gli abitanti della frazione di Chiarisacco i quali, in futuro non dovrebbero subire grossi disagi durante la realizzazione di tali lavori, considerato che, come già detto sopra, le opere interesseranno nel nostro comune solo una porzione di via della Fratta e l’incrocio a rotatoria a quattro vie.
Ovviamente, quando saremo a conoscenza del possibile inizio di questi lavori, sarà nostra cura, di concerto con il Cafc e l’impresa esecutrice valutare ogni criticità viaria assieme ai residenti interessati, al di fine di dipanare il più possibile eventuali possibili disagi.
A presto.
Davide